FILI TRAME INTRECCI – PRATICHE DI TESSITURA COMUNITARIA

Martedì 23 giugno, alle ore 17.00, presso il Centro Culturale “Aldo Fabrizi” di San Basilio, in via Treia 14, a Roma, andrà in scena l’evento “FILI TRAME INTRECCI – PRATICHE DI TESSITURA COMUNITARIA”, visioni ed esperienze di un nuovo welfare attraverso installazioni, performance, mostre fotografiche e videoproiezioni a cura del Progetto Well-Fare | Tra mediazione e comunità, costruire il welfare locale.
Fili trame intrecci. Come quelli del laboratorio “Il rovescio e il diritto – Knit The Street”, che si è tenuto all’I.C. Belforte del Chienti ed è stato pensato per le donne, che hanno creato a maglia un’installazione in grado di ornare la social street di San Basilio. Ma anche come le trame dei racconti, le favole lette durante il laboratorio e le storie personali di ognuna di loro, in quello che è diventato molto più di un laboratorio, un gruppo stabile di solidarietà. Nell’atrio del Centro Culturale potremo assistere al “live knitting”, con le signore che daranno vita al laboratorio dal vivo. I manufatti prodotti finora saranno esposti nel giardino, insieme a quelli de “La grande bellezza”, il laboratorio di progettazione partecipata che si è svolto a all’I.C. Giorgio Perlasca di Pietralata, e che ha visto nascere una serie di installazioni artistiche in grado di segnalare e valorizzare le realtà che aderiscono alla social street di Pietralata.

Trame. Come quella che è scaturita dai lavori de “Il racconto di ognuno”, il laboratorio di autorappresentazione realizzato con gli anziani e le persone della Comunità Urbania di San Basilio, un percorso interiore che ha portato alla costruzione di una performance teatrale, dal titolo “Panchine e segreti” che vedremo per la prima volta in questa occasione, nella Sala Grande del Centro Culturale, e che sarà seguita da un dibattito. Gli intrecci sono anche quelli tra le generazioni, i giovani e gli anziani che si sono incontrati in “Frontiere”, il laboratorio di scambio intergenerazionale che si è tenuto all’I.I.S.S. Von Neumann e al Centro Culturale Aldo Fabrizi, che vedremo nel video “Frontiere”, proiettato dopo la performance.

Tra i fili che servono a unire una social street ci sono anche “San Basilio secondo me” e “Pietralata secondo me”, laboratori di esplorazione urbana che hanno permesso ai ragazzi dell’I.C. Belforte del Chienti, a San Basilio, e dell’I.C. Giorgio Perlasca, a Pietralata, di conoscere meglio il loro quartiere e imparare ad amarlo. Dai laboratori sono nati “San Basilio secondo me – Il film” e “Pietralata secondo me – Il film”, a cura di Daniele “Ciccio” Grasso. Questi piccoli gioielli filmati verranno proiettati in rotazione nella Sala Video, insieme a “@ proposito di noi”, che racconta le esperienze del laboratorio di nuove tecnologie “@ proposito di me” e del laboratorio Il rovescio e il diritto – Knit The Street”e a un video che racchiude tutto il percorso del Progetto in questi mesi. E a “Come noi”, l’altro film girato da Grasso nell’ambito del Progetto “Alice In Wonderwall”, a cura della Cooperativa Sociale Eureka I e Walls alla Scuola Gandhi, nell’ambito del quale è stata realizzata una mostra fotografica, a cura di Ivano Grasso, che rappresenta la storia di San Basilio vista dai ragazzi, che sarà visibile nell’atrio.

A ventiquattr’ore di distanza, mercoledì 24 giugno alle 17.00, al Parco Giulietto Minna, adiacente proprio al Centro Culturale “Aldo Fabrizi”, si svolgerà una merenda per inaugurare gli arredi urbani ideati e costruiti dalla social street di San Basilio, in collaborazione con il Centro Culturale Aldo Fabrizi, per riqualificare e abbellire la piazza. Verrà installato un tavolo, contenente una dama intarsiata, corredato di panche per le sedute e di una copertura ombreggiante, tutto realizzato in legno grazie al lavoro dei bambini, delle bambine e dei ragazzi e ragazze di San Basilio, guidati dalla maestria dell’artigiano Stefano Faloci.
La merenda sarà un momento di partecipazione a cui aderiranno cittadini e le associazioni del territorio per una festa in piazza con musica, grazie ai giovani cantanti di San Basilio D’Oro dell’associazione Maurizio Zavatta e giochi di animazione con Frequenza 200 – Cemea Mezzogiorno e la Coop. Sociale ABC SOS.

La costruzione delle social street di Pietralata e San Basilio è uno degli obiettivi del Progetto Well-Fare | Tra mediazione e comunità, costruire il welfare locale, finanziato dal Municipio Roma IV e realizzato in ATI dalle Cooperative Sociali Eureka Primo e Parsec e dall’Associazione Culturale Metropolis Europa. Il Progetto mira – attraverso la promozione di relazioni basate su mutualità, reciprocità e relazioni collaborative, conviviali e solidali – a costruire una comunità territoriale competente, capace di riconoscere i propri bisogni e di mobilitare le risorse per soddisfarli.

Contatti
http://www.well-farecomunita.it/
info@well-farecomunita.it
Facebook: Well-Fare Comunità Municipio Roma IV
San Basilio Roma Social Street
Pietralata Roma Social Street