Che abbia inizio la Festa del Cinema Bulgaro

A partire da Giovedì 27 Giugno fino a Domenica 30 Giugno la Casa del Cinema di Roma (Largo Marcello Mastroianni) ospiterà la dodicesima edizione della Festa del Cinema Bulgaro.
Il primo grande appuntamento con la Festa del Cinema Bulgaro vedrà la proiezione presso il Teatro all’aperto Ettore Scola del film Àga a partire dalle 21.30, film diretto da Milko Lazarov che sarà presente alla proiezione in compagnia della produttrice Veselka Kiriakova.
Il film drammatico del 2018 vanta nel cast la partecipazione di Mikhail Aprosimov, Feodosia Ivanova, Galina Tikhonova, Sergey Egorov e Afanasiy Kylaev.
Il film di Lazarov inaugurerà quindi la dodicesima edizione di questo ciclo di incontri che vedranno anche nei giorni successivi la proiezione di molti successi bulgari come Sempre libera. Sonya Yoncheva, Una foto con Yuki, Yordan Radickov. Cronаche di Čerkasy, Ivan Andonov. Lasciatemi volare almeno per un attimo, Bad girl, Gomma da masticare, La gola del diavolo e Benzina.

Àga
Il cacciatore di renne Nanook e sua moglie Sedna sono due Jakuti che vivono in una yurta tra distese di ghiaccio dell’estremo Nord. La loro vita quotidiana è difficile ma non si lamentano mai. Piuttosto trascorrono il tempo a raccontarsi antiche leggende, vecchi ricordi e nuovi sogni. Perché anche l’incontro, reale o immaginario che sia, con animali o umani, vivi o morti, ha il suo significato. Sedna però è gravemente malata e, nonostante provi a curarsi con trattamenti naturali a base di erbe da lei preparate, sa di dover morire. Lei vorrebbe tanto parlare di Ága, la loro figlia che da tempo ha lasciato casa per andare a lavorare lontano in una miniera di diamanti, ma Nanook non vuole affrontare il discorso. Può parlare di tutto con sua moglie, ma non della figlia. Ma che ne sarà di lui quando Sedna partirà per il suo viaggio verso l’eternità?
Presentato fuori concorso alla Berlinale 2018, il secondo film di Milko Lazarov che ha esordito al festival di Venezia con Alienation (2013), è una storia d’amore speciale che riscalda il cuore nonostante gli scenari gelati che riempiono lo schermo di luce, neve e nulla.